Legambiente, due appuntamenti per la salute

Sabato 24 Novembre 2018 11:52 Legambiente Putignano
Stampa

Ogni anno a novembre si celebrano gli alberi e il loro indispensabile contributo alla vita. Assorbono anidride carbonica e restituiscono ossigeno, proteggono la biodiversità, hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione del dissesto idrogeologico. Quest'anno vogliamo celebrarli con un trekking inconsueto ma di rilevante importanza per sottolineare ancora di più la loro utilità nei centri abitati. Si guarderà con occhio attento il nostro territorio, per ricercare e scoprire insieme tutti gli alberi che rientrano nella categoria di Alberi Monumentali, affinché possano essere meglio tutelati in un futuro prossimo. Non a caso arrivo e partenza saranno presso due degli alberi più importanti di Putignano. Appuntamento: domenica 25 novembre presso l'Olmo situato su Piazza Aldo Moro alle ore 9.00.

Il percorso, di circa 8 km, partirà infatti dal grande Olmo situato nel cuore del paese, per poi snodarsi attraverso la parte più periferica. Saranno attraversati due parchi e in uno di essi sarà messa a dimora una quercia spinosa. Il punto d'arrivo sarà presso uno degli ultimi pini del centro abitato che ospita colonie di falco grillaio. Il trekking partirà alle ore 9.00 ed è di facile percorrenza, si consiglia abbigliamento comodo, scarpe ginniche.

 

Martedì 27 novembre alle ore 19.00 presso il Coworking Barsento10, Legambiente Putignano - circolo Verde Città, in collaborazione con il circolo Legambiente Abron di Conversano, vi invita a partecipare ad un incontro informativo gratuito sulle SOSTANZE NOCIVE contenute nelle MATERIE PLASTICHE. Gli ospiti e relatori dell’incontro Giuseppe Cacciapaglia, funzionario all'Università di Bari, e Franco Macchia, fiduciario Ordine dei Medici a Bari, ci faranno approfondire la conoscenza dei Moca (materiale e oggetti a contatto con gli alimenti) e delle materie plastiche che li compongono, con l’obiettivo di evitare di favorire la migrazione delle sostanze chimiche e nocive negli alimenti e non solo. Legambiente Onlus da sempre si impegna a sensibilizzare i cittadini sulle conseguenze negative dell’uso quotidiano e scorretto della plastica, ad es. parlando dell’impatto che gli usa e getta, se non smaltiti correttamente, hanno sull'ambiente per decine e centinaia di anni, senza scomparire mai del tutto, frammentandosi in miliardi di microplastiche che raggiungono facilmente il mare finendo col contaminare la catena alimentare.

Per ulteriori informazioni: 333 2725323 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Ultimo aggiornamento Sabato 24 Novembre 2018 11:55