Riapre il punto nascita, ma è uno scherzo di Carnevale

Venerdì 15 Febbraio 2019 09:02 Francesco Russo
Stampa

Un mero "scherzo di Carnevale", architettato particolarmente bene tanto da farci cascare tutti quei putignanesi sensibili alla causa dell'ospedale di Putignano "Santa Maria degli Angeli": nella tarda serata di ieri, nell'ambito del gruppo Facebook "Giù le mani dal nostro ospedale!", piattaforma spontanea nata nell'occasione delle manifestazioni contro la smantellamento del nosocomio cittadino e che permette a tanti cittadini, non solo putignanesi, di essere informati sulle misure regionali nell'ambito della sanità, un medico "buontempone" con la complicità di un maestro altrettanto faceto ha pubblicato la notizia (poi rivelatasi falsa) che il Tar avesse ritenuto valide tutte le istanze del ricorso presentato dal comune di Putignano e avesse deliberato di riaprire il punto nascita presso il "Santa Maria degli Angeli".

Il post ha generato sorpresa ed entusiasmo, tanto che molti hanno condiviso la notizia e commentato positivamente quanto scritto, compresa la neo assessore ai Lavori Pubblici e Patrimonio Rosalia Capozza, che del movimento pro ospedale è stata attivista e portavoce, prima di essere nominata dal sindaco Giannandrea nella giunta, al posto della dimissionaria Luciana Laera. Sebbene colpiti da una così "buona notizia" nella notte di San Valentino, non ci abbiamo creduto e da cronisti seri abbiamo contattato politici locali e regionali per avere un riscontro effettivo alla notizia: tra gli altri, il sindaco Domenico Giannandrea, sebbene la naturale sorpresa, ci ha rassicurato di non aver ricevuto alcuna comunicazione dalla Giustizia Amministrativa regionale. Intanto, su Facebook gli stessi responsabili del presunto scoop del Giovedì dei Pazzi hanno svelato la marachella, intesa a smuovere le coscienze sulla causa dell'ospedale, caduta nel dimenticatoio: non tutti hanno apprezzato la modalità "carnascialesca" e più di qualche utente ha criticato la scelta di "scherzare" con le attese dei cittadini putignanesi e del circondario, serviti dal S. Maria.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Febbraio 2019 09:30